Gli indiani chiedono il contrasto della violenza sulle donne

Gli indiani contro la violenza sulle donne

Violenza sulle donne, la rivoluzione degli indiani a difesa dell’altra metà del cielo. Il 25 novembre è stata proclamata giornata internazionale contro la violenza sulle donne ma alla fine del mese di novembre 2012 abbiamo assistito ugualmente a episodi di sopruso contro il genere femminile. Una giovane donna è morta per le ferite dopo essere stato violentata e brutalmente picchiata da un gruppo di giovani a Delhi, in India.

La rabbia che è seguita a quel gesto paralizzato la capitale indiana ed ha convinto il governo a modificare la legge rendendola molto più severa. Uno dei primi gesti di ribellione alla violenza delle donne nei paesi asiatici dove molte volte si è assistito a violenza pubblica senza alcun tipo di remora!

Gli indiani contro la violenza sulle donneUn anno dopo, cinici, dovremmo chiederci se qualcosa è davvero cambiato dato che la brutalità nei confronti delle donne sole si verifica ancora con regolarità deprimente. E ‘chiaro che la violenza sulle donne resta un problema per le migliaia di persone che hanno sfidato i manganelli della polizia durante le proteste degli ultimi mesi. Molti di questi manifestanti hanno ben chiaro cosa chiedere alle prossime elezioni che si terranno in India. Un sondaggio appena pubblicato ha rivelato che la stragrande maggioranza degli elettori a Delhi vuole che il nuovo governo si dia delle priorità politiche sulla violenza contro le donne e sono più propensi a votare per i candidati che si stanno impegnando per risolvere questa problematica.

Su un campione rappresentativo di 3.000 persone in tutta Delhi, il sondaggio ha rilevato che:

  • Il 92% vede come priorità nelle prossime elezioni la problematica della violenza contro le donne;
  • L’89 % è più propensa a votare per un politico che si impegna per un’azione forte contro la violenza sule donne;
  • Il 90 % è a favore del lancio di una campagna di educazione pubblica per sfidare le cause profonde della violenza contro le donne.

Scontato per noi europei ma una vera e propria rivoluzione per il pensiero indiano!

Lascia una risposta