Valle dei Templi, l’arte s’illumina di fotovoltaico

Monumenta

Nel Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agriigento il primo evento eco-friendly mai realizzato al mondo: Monumenta di Fabrizio Plessi, e l’arte s’illumina di fotovoltaico.

Monumenta è un’opera concepita e realizzata da Fabrizio Plessi, artista di fama internazionale e consulente del marchio di moda Louis Vuitton. E’ la prima opera di video-arte digitale priva di emissioni al mondo, infatti la mostra del maestro d’arte contemporanea è energeticamente autosufficiente e ambientalmente sostenibile giacché utilizza energia fotovoltaica.

Monumenta è composta da novi torri di tufo che al loro interno accolgono le stazioni espositive equipaggiate con superfici fotovoltaiche integrate nelle coperture. Le postazioni energetiche sono a isola, perciò non connesse alla rete di distribuzione dell’energia elettrica, e alimentano sia le video-installazioni, sia gli impianti di climatizzazione delle torri, rendendole confortevoli e ambite dai visitatori.

Va da sè che la mostra si pone un obiettivo ben preciso che è quello di mettere in relazione, attraverso l’arte, due mondi solo apparentemente opposti: la filosofia classica con le conquiste delle scienza moderna. La tensione verso la consapevolezza dell’ambienteè tangibile anche attraverso la rappresentazione mediatica delle forze primigenie: fuoco, acqua, aria e terra. Forze che nel pensiero ellenico – e non solo – rappresentano la Natura. Monumenta propone una successione di esperienze sensoriali ed eemozionali che invitano a riflettere sul ruolo dell’uomo nei confronti dell’ambiente che lo accoglie. Insomma, Fabrizio Plessi ha voluto fare una sintesi fra il patrimonio artistico, naturalilstico, archeologico, naturalistico – ricchezze principali del nostro Paese – e il mondo delle energie rinnovabili, fra i pochi settori in controtendenza nell’economia italiana.

Bisogna dare atto all’artista che il suo esperimento è riuscito alla grande poiché le torri di Monumenta si fondono perfettamente con l’ambiente cirocostante. I luoghi della mitologia sono esaltati dalla tecnologia digitale e illuminati dalla luce di Sicilia che, grazie al Fotovoltaico, è diventata un punto di forza dell’intero progetto. Un esempio illuminante di come l’energia pulita – a detta dello stesso Fabrizio Plessi – è anche la chiave di volta per aprire un nuovo capitolo della storia futura dell’arte.

Lascia una risposta