Succo di gelso, fra poesia e ricordi

Succo di gelso

Il gelso, soprattutto quello nero, richiama i sapori, i colori e i profumi del Mediterraneo, luogo dai confini invisibili, dove tradizioni e sogni s’intrecciano per tessere la trama dei ricordi indelebili. Succo di gelso di Mario Bellizzi

Succo di gelso
di Mario Bellizzi*

Ha imbandito la tavola la madre della sposa
l’ha imbandita com’è d’uso con la tovaglia bianca
quella con ricami d’uccelli e grappoli d’uva
le forchette, i cucchiai, i bicchieri,
il vino rosso come sangue di capretto.
Nel focolare hanno posto un grosso ceppo e acceso il fuoco.
Ognuno parla della sposa, qualcun altro guarda lo sposo.
Fuori una nebbia che parla con Dio
una nebbia da brivido là sull’erta.
Noi dentro raccolti nel tepore di un tuorlo d’uovo!
Tutti parlano di qualcosa ognuno ha da raccontare
nessuno ascolta!
Lo specchio guarda e ride
con la bocca qua e là sporca di succo rosso di gelso
.

 

*Mario Bellizzi è nato a San Basile, uno dei tanti paesi di origine albanese che si trovano in provincia di Cosenza. Laureato in matematica, da sempre ha coltivato la passione per le sue origini tanto che oggi, oltre ad esserne cultore, è diventato un esperto della lingua Arberesh che utilizza per molti suoi scritti. Poeta e scrittore, ha al suo attivo la pubblicazione di diversi lavori. Fra questi ricordiamo “Chi siamo“, “Bukura morea” e “Good bye, shin vasil

Lascia una risposta