Semaforo anti-smog. Italiano? No, svizzero

Semaforo ecologico antismog

Ah, questi svizzeri! Dal nero al grigio, passando per il bianco e l’oro: un semaforo a quattro colori per catalogare le auto e capire chi emette più gas inquinanti.

 

Se il semaforo si colora di nero, l’auto resterà ferma senza pietà. Ma per gli eco-guidatori, muniti di auto elettrica, niente da paura: il colore dorato farà scattare il via libera. L’originale idea arriva, manco a dirlo, dalla Svizzera dove si sta studiando una nuova tecnologia di semafori per etichettare le quattro ruote che producono più smog e limitarne così la circolazione soprattutto nelle aree più delicate da un punto di vista ambientale.

L’idea è del ministero svizzero dell’Ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni che con la nuova normativa prevede di suddividere i veicoli a motore in diverse categorie di emissioni per migliorare la qualità dell’aria. Saranno contenti i cittadini svizzeri, soprattutto se si considerano le ricadute positive sulla salute. Recenti studi, infatti, dimostrano che ‘bloccando’ lo smog i cittadini potrebbero recuperare tra i 5 agli 8 mesi di vita.

Lascia una risposta