Primavera, il mondo si risveglia in anticipo

Primavera

Oggi, 20 marzo, con un giorno d’anticipo rispetto al solito, madame Primavera ha fatto il suo ingresso ufficiale.

Google, puntuale come sempre, stamani ha vestito di fiori il suo doodle per annunciare la fine di questo inverno freddo e lungo. Ovviamente, abituati come siamo ad accogliere la Primavera il 21 marzo, in molti sui social network, soprattutto su Twitter, hanno gridato all’errore. Ma Big G difficilmente si sbaglia. Infatti, è stato proprio stamattina, esattamente alle ore 6,14, che in Italia si è verificato il fenomeno dell’Equinozio di Primavera, quell’istante nel corso di un anno in cui il Sole si presenta all’intersezione tra l’eclittica e l’equatore celeste.

In parole semplici, con il termine Equinozio, dal latino “equi-noctis” (notte uguale al giorno), si indentifica quel periodo dell’anno in cui il giorno e la notte hanno una lunghezza approssimativamente uguale. Un equinozio avviene ogni anno in due momenti specifici in cui il Sole sorge esattamente a est e tramonta esattamente a ovest. Questo fenomeno astronomico cade il 20 o il 21 marzo di ogni anno. E quest’anno si è verificato il 20.

Questa è una data significativa per tutti, ma in modo particolare per i Poli terrestri, dove al Nord il Sole passa da una notte lunga ben sei mesi a un giorno della stessa durata; e al Sud, viceversa, accade l’esatto contrario. L’ingresso della Primavera è un evento festeggiato in tutto il mondo, dall’Europa al Messico e gli Stati Uniti, passando per il Giappone, dove la Primavera è segnalata dalla fioritura dei ciliegi e il suo inizio, lo “Shunbun no hi” si celebra con una grande festa nazionale.

Giappone

Altre curiosità dal mondo

In Iran, oggi è il giorno del Nowruz, Capodanno persiano, una grande festa del fuoco celebrata in tutto il mondo. I festeggiamenti del Nowruz durano in tutto tredici giorni.  Decine di falò accesi in ogni città e villaggio per scacciare il male con il rito del fuoco, fanno una suggestiva cornice ai numerosi spettacoli di arti e mestieri, nonché ai colori, ai suoni e agli odori delle tradizioni locali.   
In Messico l’equinozio si festeggia alla Piramide Maya di Kukulkan. L’edificio è stato costruito in modo da creare un gioco di luci grazie al quale l’ombra proiettata sulla strada crea la figura di un serpente.
In Bulgaria, vicino a Sofia, la Primavera è accolta in maschera. Tutti vestiti di scuro o con maschere da paura per scacciare gli spiriti maligni.

Lascia una risposta