Lirica d’Inverno

Neve

Lirica d’Inverno” è il titolo di una canzone di Adriano Celentano contenuta negli album Le robe che ha detto Celentano del 1969 e  Il cuore, la voce del 2001. Una canzone che parla di neve, protagonista assoluta di questo dicembre 2010.

“E’ quasi una fiaba…” così inizia la canzone di Celentano che si chiude con “Neve, neve, neve…”. Quanti la ricordano? Una canzone di grande atmosfera, anche se forse un po’ oscurata dai grandi successi del “molleggiato” del periodo. Erano gli anni, infatti, di Azzurro, Una carezza in un pugno, Storia d’amore la bella e celebre canzone con un finale contenente un lungo assolo di fisarmonica, suonata da Nando De Luca.

Lirica d’Inverno” non era da meno delle altre, ma non ebbe lo stesso successo. Oggi, ritorna alla mente. Impossibile non canticchiarla in questi giorni, non solo perché l’intera penisola è imbiancata, ma soprattutto perché, la bianca, soffice e silenziosa coltre, si è posata su zone insolite, come la Calabria Ionica. In questi giorni la neve sta cadendo anche a livello del mare. Un evento storico per queste parti. Una circostanza che quando si verifica, regala scorci d’inimitabile bellezza. I contrasti fra i colori del cielo, la neve sia sulle colline alle spalle, sia sul mare, sono spettacoli davvero suggestivi, quasi fiabeschi.

Certo, è innegabile che la neve, anche se bella, porta tanti disagi soprattutto per chi non è abituato e organizzato ad affrontarli. Il traffico impazzisce, sull’autostrada come nei centri, soprattutto se insieme alla neve si presentano le gelate.  Ma svegliarsi al mattino, in quel di Cassano allo Ionio, paese in provincia di Cosenza, situato nella fascia pedemontana che separa il Pollino dalla Piana di Sibari, e trovare un paesaggio così diverso dal solito, è una così grande emozione per chi non c’è abituato, che se pure la neve porta con sé inevitabili fastidi, vale sempre la pena viverla.

Lascia una risposta