IMU, terreni e immobili agricoli graziati

IMU, sconti per le case rurali

IMU, alleggerimenti ed esenzione per terreni, immobili agricoli, case popolari e dimore storiche.

L’Imposta Municipale per Immobili che ha sostituito l’ICI, impensierisce e non poco gli italiani. La prima scadenza è a giugno e si dovrà pagare anche sulla prima casa. Ma ci sono alcune novità che riguardano terreni, immobili agricoli, case popolari e dimore storiche: il Governo ha accolto alcuni emendamenti che, per queste categorie, introducono alleggerimenti ed esenzioni. La commissione Finanze del Senato, infatti, per quanto riguarda l’IMU agricola, ha approvato la proposta di esentare  dalla quota erariale gli immobili di proprietà dei Comuni, siti nel proprio territorio, per gli immobili ex IACP e delle cooperative edilizie, per i fabbricati rurali strumentali nei Comuni di montagna oltre i mille metri, per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili. Inoltre, per gli immobili riconosciuti d’interesse storico o artistico l’aliquota per il calcolo IMU sarà ridotta del 50% mentre sarà abrogato il regime di favore per tutti gli immobili d’interesse storico/artistico che producono un reddito.

Dopo l’approvazione del Senato, il voto passa alla Camera, ed è molto probabile che prima di Pasqua il provvedimento di modifica possa essere già varato.

Lascia una risposta