Google lancia eBooks, Amazon si adegua

Google Vs Amazon

Botta e risposta fra i big dell’hi-tec: Google spinge sull’acceleratore e lancia eBooks e Amazon, per stare al passo con Big G, annuncia che anche tutti i suoi eBook potranno essere letti senza il suo e-reader Kindle.

Google ha recentemente lanciato eBooks, il servizio che permette la fruizione di libri digitali anche via browser e senza la necessità di effettuare il download di un dato contenuto.

La grande G, dunque, ha spiazzato tutti annunciando che buona parte della produzione editoriale in lingua inglese, compreso quella fuori commercio, potrà essere messi, senza nemmeno farne il download, su uno scaffale all’interno del proprio account Google, per essere letti a proprio piacimento. Amazon, di rimando, dovendosi inevitabilmente adeguare, ha annunciato che anche tutti i suoi Ebooks saranno acquistabili anche da chi non possiede l’e-reader targato Amazon, cioè Kindle, nelle sue svariate versioni, o il programma di lettura apposito. In precedenza, solo il primo capitolo era leggibile dal web senza ulteriori installazioni di software o prenotazioni di device. Così, sotto il motto “Ogni sito web può essere una libreria”, Amazon ha deciso di offrire la possibilità a titolari di siti e blogger di vendere Ebook, ricavandoci ovviamente una percentuale.

Amazon, che sugli Ebook e su Kindle ha fondato il suo impero, non poteva restare a guardare l’avanzata di Google rischiando di farsi rubare il mercato degli Ebook, così in tutta fretta, ha rivisitato la sua Kindle Web App che da oggi sarà supportata nel browser dello stesso Google e in seguito anche sul sistema operativo Chrome OS. Ovviamente la compatibilità dell’applicazione di Amazon sarà garantita anche in altri ambienti e su altri browser. La novità più importante su cui Amazon punta di più è la possibilità per gli utenti di comprare e leggere un libro digitale avendo a disposizione limitate possibilità hardware o software.  In sostanza chiunque abbia a disposizione un browser potrà leggere un Ebook, sfruttando il cloud computing e senza necessità di download.

Insomma, la corsa alla conquista della supremazia del mercato Ebook è iniziata. L’editoria digitale rappresenta il grande business del futuro e i big dell’hi-tech non vogliono perderlo. A noi, semplici fruitori dei loro servizi, in attesa di capire come si evolverà il mercato, non ci resta che dire addio a iPad, Kindle e altri e-reader.

Lascia una risposta