Giornata Mondiale della Terra, un microsistema in un doodle

Doodle Giornata Mondiale della Terra

Montagne verdi, un laghetto con i pesci, alberi e tanti fiori sono le immagini bucoliche del doodle che Google dedica alla Giornata Mondiale della Terra.

Puntuale come sempre arriva il doodle animato di Google che ci ricorda la giornata istituita nel 1970 dalle Nazioni Unite dedicata alla salvaguardia del Pianeta. Big G si è divertita a regalarci un piccolo ecosistema che mostra il giorno e la notte e anche il ciclo delle stagioni.

La Giornata Mondiale dedicata alla Terra cade ogni 22 aprile, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, e ci ricorda non solo che amando il nostro Pianeta ci prendiamo cura di noi stessi, ma anche tutte le emergenze che hanno bisogno di risposte non più procrastinabili. Intanto proprio nel nostro Bel Paese, come sottolinea la Coldiretti, assistiamo ogni anno a continue frane e alluvioni che mettono in ginocchio intere comunità. Dissesto idrogeologico, e cementificazione selvaggia sono le cause principali di questi eventi disastrosi ai quali si aggiungono l’inquinamento industriale e le speculazioni di ogni genere.

Certo, il rilancio dell’agricoltura è senz’altro un settore strategico per gli equilibri ambientali, ma anche le energie  rinnovabili devono essere messe al centro del dibattito sociale e politico non solo per ridurre l’inquinamento e l’impatto, ma anche per contrastare la crisi economica che ci attanaglia. Inoltre, è vitale trasmettere alle nuove generazioni un modello di sviluppo diverso per curare i tanti mali che affliggono la Terra. Le immagini raccolte dalla Nasa proprio in occasione di questa giornata, fotografano stato di salute del Pianeta. Ognuna di esse è  legata a una scoperta che ci aiuto a meglio conoscere alcuni fenomeni cruciali come l’assottigliamento dei ghiacci di Artico e Antartide; l’aumento della temperatura e, infine, lo stato del buco nell’ozono.

Lascia una risposta