Fotovoltaico, super fashion con il bikini green

Fotovoltaico, super fashion con il bikini green

Per essere super fashion oggi bisogna indossare un bikini green fotovoltaico realizzato con piccoli pannelli capaci di catturare l’energia solare. A che cosa serve un costume del genere? Ad alimentare tutti i dispositivi.

Le pensano proprio tutte, ma questa forse è la più singolare: il bikini fotovoltaico. E tutto sommato, almeno a livello di creatività pura, la cosa non è da buttar via.

I pannelli solari li avevamo visti messi ovunque: sui tetti delle case, dei grattacieli, incastonati nelle tegole delle abitazioni, spalmati a mo’ di vernice sui muri. Ma finora come surrogati di un costume da bagno, no.

Eppure, tecnologicamente parlando, e ammesso che vi sia la disponibilità a indossarli, la cosa è fattibile. La creazione, perché di questo si tratta, è di Andrew Shneider, celebre designer americano, il quale si è avvalso del contributo determinante dell’Interactive Talecommunications Program dell’Università di New York.

Sostanzialmente ci si sdraia al sole e si attende che la luce della nostra stella colpisca lo strato di silicio che riveste il bikini. Parliamo di donne, ovviamente. Sono prodotti in questo modo circa cinque volt in corrente continua.
Il progetto parla di una presa USB incorporata nel bikini green fotovoltaico, anche se non è chiaro dove. Comunque, attraverso questa presa USB è possibile alimentare piccoli dispositivi, tipo tablet, iPad, smartphone e quant’altro. Il tutto a costo zero, ovviamente, se non quello del costume.

In realtà non conosciamo nemmeno esattamente la rigidità dell’intero assemblaggio, e la relativa vestibilità di questo fantascientifico bikini fotovoltaico, ma è altamente auspicabile una certa flessibilità, altrimenti c’è il serio rischio che il complesso donna-costume da bagno, faccia assomigliare il tutto più a un robot che a un essere umano. E ciò non è propriamente esaltante.

E poi, come tutte le cose, anche il cosiddetto bikini green è soggetto a guasti e usura. Ragion per cui non è peregrino pensare, in futuro, al mestiere, quasi esclusivamente maschile, di manutentore ordinario e straordinario di questi stupefacenti costumi produttori di energia elettrica.

Prima di surriscaldamenti eccessivi del derma, è sempre bene intervenire con prontezza ed efficacia, non si sa mai. Previo smontaggio del bikini, ovviamente.

Lascia una risposta