Fauna protetta, la strage degli innocenti

Falco Pellegrino WWF

Continua un po’ ovunque il massacro della fauna protetta. Non fa eccezione la Penisola Sorrentina. Nonostante gli appelli e il lavoro del Wwf locale che cerca di salvare le vittime di tanti “spavaldi & impuniti”, la strage continua.

Al Centro di Recupero il Frullone di Napoli è arrivato l’ultimo (in ordine di tempo) rapace, uno stupendo Falco Pellegrino “imbottito” di 43 pallini. Vittima “dei soliti vagabondi che circolano “spavaldi & impuniti” per le nostre colline muniti di armi da fuoco” – dichiara furioso e amareggiato Claudio d’Esposito Presidente WWF Penisola Sorrentina – “Per il resto – continua – ogni parola è superflua”.

E anche a noi non resta che lasciare la parola alle immagini.

Falco Pellegrino impallinato - radiografia

Claudio d’Esposito
Presidente WWF Penisola Sorrentina
via E.De Martino 36 – C.P. 24
80062 Meta (Na)
Tel/fax 0818072533
sorrentina@wwf.it

Lascia una risposta