Bottigliette di plastica addio

Bottiglietta d'acqua

Accade negli Stati Uniti: la città di Concord, Massachusetts, dal 2013 dice basta alle bottigliette di plastica da mezzo litro.

Imperativo categorico: ridurre l’impatto ambientale. Perciò, dal primo gennaio niente più acqua nelle mini bottiglie di plastica. Per ora sono al bando solo quelle da mezzo litro, in seguito si spera che s’imporrà l’eliminazione di tutte le bottiglie di plastica che, tra le altre cose possono anche essere nocive.

Infatti, se per bottiglie di plastica s’intendono le classiche monouso, come quelle per l’acqua minerale, è bene chiarire che sono studiate e progettate per essere usate un’unica volta, al termine della quale la bottiglia deve essere necessariamente smaltita. L’uso ripetuto nel tempo potrebbe portare alla cessione di sostanze tossiche anche se le materie prime usate per contenitori e bottiglie alimentari sono “Food grade” (di livello adatto per alimenti) ossia di una purezza tale per cui non dovrebbero contenere sostanze o additivi nocivi, mutageni o dannosi per la riproduzione. È però logico pensare che una bottiglia creata e commercializzata come monouso, dopo svariati cicli di utilizzo, possa perdere le caratteristiche sia tecnologiche sia chimiche, e quindi non essere più idonea a entrare in contatto con gli alimenti.

In ogni caso quello che ci viene da Concord è un bellissimo esempio di eco-sostenibilità. Un esempio che si spera possa essere seguito da altre città e non solo americane, nella speranza che i commercianti, per non perdere il loro business, non seguano l’esempio dei colleghi di Concord che dopo il provvedimento, per aggirare il divieto, hanno cominciato a vendere bottiglie di formato più grande.

Lascia una risposta