Automobile eolica, quando il vento soffia sulla bandierina

Auto eolica, quando il vento soffia sulla bandierina

Dopo l’auto a energia solare, arriva anche l’automobile eolica che funziona quando il vento soffia, attivandola, su una sorta di bandierina che produce energia.

Crollano i tabù. Fino a qualche lustro fa pensare a un’auto alimentata da energie alternative, era pura fantascienza o quasi. Il mantra che percorreva ogni conversazione era pressappoco questo: le grandi compagnie petrolifere, e soprattutto i ricchissimi Arabi, non permetteranno mai di testare mercati di energie alternative che possano favorire una mobilità più sostenibile.

E invece non è stato così: dopo le automobile a metano, quelle a pannelli solari, quelle elettriche caricate dalla rete di casa, ora arrivare l’auto eolica. Assolutamente sperimentale, beninteso, ma è già qualcosa. Si tratta di un’autovettura davvero innovativa, ma al contempo dalla linea elegante e un po’ retrò.

A realizzare l’auto eolica è stato un gruppo di lavoro composto dal Gruppo Jong-Jin Park, nonché dall’Università di Seul e dal Centro ricerche della Samsung. Ma vediamo come funziona.

L’auto eolica funziona tramite un generatore che utilizza le cariche elettriche prodotte dal vento quando soffia sfregando una particolare superficie multimateriale. Insomma, una specie di bandierina che, alla fine del ciclo, riesce a produrre l’energia elettrica sufficiente per fa spostare il veicolo.

Il sistema, ovviamente montato sul tetto dell’auto, ha dimensioni molto piccole, addirittura 7,5 centimetri per 5, e sarebbe in grado di produrre un quantitativo di energia pari a 0,86 Milliwatt. A dire il vero questi dati, e un tale quantitativo di energia, ci sembra un po’ scarsino per far sfrecciate l’auto eolica cento all’ora in un’autostrada qualsiasi.

Ma la sperimentazione è ancora in atto e questo è un prototipo che in fin dei conti realizza un sogno millenario: produrre energia sfruttando il vento. Se prima era possibile solo con le turbine eoliche più o meno classiche, ora la sperimentazione si è diffusa anche nei motoveicoli. Perciò fra non molto vedremo sui tetti, o al massimo sui cofani delle macchine, una piccola pala eolica o, per l’appunto, questo geniale congegno a bandierina ideato e progettato in casa sudcoreana. Attendiamo con ansia gli sviluppi.

Lascia una risposta